Informativa cookie: Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.
ponzaelasuagente.it
Ultimo aggiornamento: sabato 07/10/2017

Zannone

Questa piccola Isola dista circa sei miglia da Ponza. E’ inserita nel Parco Nazionale del Circeo ed è sotto stretta sorveglianza delle Guardie Forestali. La peculiarità di questa oasi, che la differenzia dalle altre isole dell’arcipelago pontino, sta nel fatto che a Zannone si è cercato, riuscendovi, di conservare la flora originaria, infatti è presente nella parte nordorientale un boschetto di lecci. Sull’isola vive inoltre una colonia di mufloni provenienti dalla Sardegna e alcuni muli e sono stati classificati circa 160 specie di uccelli. I resti del vasto monastero cistercense abbandonato nel XIII secolo, sorti sui resti di una villa romana, sono ancora visibili sulla sommità dell’isola, raggiungibile per mezzo di un ripido sentiero tra la folta macchia mediterranea (Foto -Foto). Lungo il versante occidentale, sul costone roccioso soggetto a smottamenti insiste la parte meglio conservata (FotoFotoFotoFoto). Nei dintorni si distinguono alcuni ambienti (FotoFotoFotoFoto), colonnenavate, muri e torrioni. Quasi quasi il panorama passa inosservato. Ritornando a valle, di fronte a noi ecco apparire il Faro e riparato dalla punta omonima, il Varo, l’unico scalo sicuro. Anche Zannone ha il suo piccolo faraglione e per rimanere a tema con i monaci, provate ad indovinare come si chiama…